Nel segno della Solidarietà

Nella storia del Centro di Spi-ritualità "Madre Cabrini", non sono rari i casi in cui l’acco-glienza diventa solidarietà.

Una particolare ospitalità è stata offerta quest’anno 2009 ad una famiglia sinistrata dal terremoto di Aquila, dal 6 Aprile al 4 Ago-sto. Gli stretti rapporti che si sono stabiliti tra le Suore e la fa-miglia ospitata sono testimoniati da un affettuoso biglietto che ri-portiamo:

"Quando siamo giunte tra voi a 24 ore dal terribile sisma nella nostra città eravamo ancora increduli, spaventati, reduci da una notte di paura, in parte ancora ignari delle proporzioni della tragedia.

Ci avete accolto con calore, semplicità e affetto.

In tutto questo lungo periodo della nostra permanenza ci siete state vicino nei giorni dell’incertezza, della paura, del dolore che non è diventato mai disperazione perché presso di voi abbiamo sempre trovato una parola di conforto e di speranza.

Ora la nostra casa è agibile e perciò senza problemi.

Siamo tornate in una città più povera, ma arricchita da tanti segni di amicizia avuti, come quelli che noi abbiamo ricevuto da voi e che sarà impossibile dimenticare.

Grazie e grazie ancora!

Famiglia T.